Transfert e controtransfert nella terapia EMDR – concentrarsi sulla relazione per un migliore risultato in EMDR – Olivier PIEDFORT-MARIN (Vice presidente EMDR Europe) – 05 dicembre 2020 – Diretta streaming dalle ore 09.00 alle ore 17.00

//Transfert e controtransfert nella terapia EMDR – concentrarsi sulla relazione per un migliore risultato in EMDR – Olivier PIEDFORT-MARIN (Vice presidente EMDR Europe) – 05 dicembre 2020 – Diretta streaming dalle ore 09.00 alle ore 17.00

Transfert e controtransfert nella terapia EMDR – concentrarsi sulla relazione per un migliore risultato in EMDR – Olivier PIEDFORT-MARIN (Vice presidente EMDR Europe) – 05 dicembre 2020 – Diretta streaming dalle ore 09.00 alle ore 17.00

2020-11-02T14:22:41+00:005 Dicembre 2019|Attività per i soci|
Data Luogo
05 dicembre 2020
dalle ore 09.00 alle ore 17.00
Diretta streaming (traduzione simultanea)

 

L’EMDR è un approccio con aspetti procedurali, che insiste inoltre sull’importanza di stabilire una relazione interpersonale sicura sia durante la terapia che durante la stessa rielaborazione EMDR. Tuttavia, si parla poco dei fattori coinvolti nella costruzione della relazione tra il paziente e il terapeuta EMDR. Questo rapporto è per definizione soggettivo, unico, e non può essere replicato.
I pazienti che hanno vissuto traumi e/o l’abbandono da parte del partner o dei caregivers possono recarsi in terapia per una patologia specifica, ma potrebbero non affrontare spontaneamente questioni implicite legate alle difficoltà di attaccamento precoce. Questi problemi impliciti appariranno comunque nel transfert e nel controtransfert che pertanto devono essere presi in attenta considerazione per consentire la piena efficacia della terapia EMDR.
Come terapeuti abbiamo dei punti di forza e di debolezza. Nel nostro lavoro con i pazienti traumatizzati siamo in prima linea per testimoniare e sentire gli eventi difficili e talvolta devastanti a cui i nostri pazienti sono sopravvissuti. Le scelte tecniche dei terapeuti nella terapia EMDR sono influenzate anche dal loro schema psicologico, dalle loro esperienze di vita personali, dai loro valori, dai loro tratti della personalità, ecc. È importante che i terapeuti conoscano e comprendano tali questioni per meglio adattare il loro lavoro con l’EMDR.
In questo workshop affronteremo questi problemi di transfert e controtransfert, non solo come possono bloccare l’Elaborazione Adattiva delle Informazioni, ma anche come i terapeuti possono sbloccare il processo e far ripartire l’Adaptive Information Processing. Presenteremo un quadro teorico e lo illustreremo con vignette. Ai partecipanti saranno offerti modi per valutare, affrontare e risolvere i problemi di transfert e controtransfert durante la terapia EMDR. Vedremo come un’analisi dettagliata del transfert e del controtransfert possa consentire interventi EMDR precisi e finemente sintonizzati. Questo workshop è aperto a tutti i terapeuti EMDR, indipendentemente dal loro background teorico.

CONTENUTO
  • Definizione di transfert e controtransfert applicato all’EMDR
  • Neuroni specchio e controtransfert
  • Attaccamento disorganizzato, transfert, controtransfert e EMDR
  • La teoria dei sistemi d’azione come modo per strutturare l’analisi del controtransfert
  • Transfert e controtransfert in ogni fase del protocollo standard EMDR
  • Adeguamento degli interventi e dell’intreccio cognitivo basato sul controtransfert
  • Attivazione del problema o dei problemi del terapeuta per spiegare il blocco nella terapia.

Transfert e controtransfert nella terapia EMDR - concentrarsi sulla relazione per un migliore risultato in EMDR - Olivier PIEDFORT-MARIN (Vice presidente EMDR Europe) - 05 dicembre 2020

  • ISCRIVI AL CORSO
  • Questi corsi sono gratutiti per i soci in regola con la quota associativa del 2020.

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare la navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie. Per approfondire Privacy e Cookie Policy Accetto