EMDR: il trattamento del trauma e Nuove prospettive nell’abuso di Sostanze

///EMDR: il trattamento del trauma e Nuove prospettive nell’abuso di Sostanze

EMDR: il trattamento del trauma e Nuove prospettive nell’abuso di Sostanze

2018-10-27T11:16:23+02:006 Marzo 2014|Pubblicazioni, Tesi|

di Floriana Posca

ABSTRACT:

Nel primo capitolo saranno esposti l’origine del metodo EMDR e i concetti teorici alla base del trattamento. Si citeranno alcune ricerche (background e panoramica) ad opera di studiosi, come l’ideatrice del metodo Francine Shapiro, Siegel, Wilson, Becker e Tinker e molti altri, i quali hanno contribuito a diffondere le loro rivelazioni sull’EMDR in campo neurologico e psicologico. La descrizione delle 8 fasi del trattamento saranno necessarie per comprendere il protocollo standard. Tale metodo deve essere accuratamente eseguito, affinché si raggiunga una risoluzione favorevole
della patologia trattata, con l’obiettivo di rendere la vita del paziente più gestibile e serena. Per approfondire l’efficacia del metodo si esporranno il concetto di trauma e le psicopatologie scaturite da esso. Il disturbo posttraumatico da stress, appunto, la Dissociazione Strutturale della Personalità (TDSP) o il disturbo post traumatico da stress complesso, porterebbero il più delle volte a comportamenti autodistruttivi, come la dipendenza dalla droga.
Tali comportamenti, a loro volta, darebbero origine a nuovi e più recenti traumi. Nel secondo capitolo della tesi saranno presentate le principali tossicodipendenze, come quella da eroina e/o da cocaina, incluse da Lewin nella categoria denominata euphorica. Lo studioso includerà nella sua classificazione delle sostanze stupefacenti anche il THC (tetraidrocannabinolo) e l’LSD (dietilamide dell’acido lisergico) sotto sotto la categoria dal nome phantastica, proseguendo con altre categorie, come quelle inebrianti, hipnotica, l’excitantia, comprendenti al loro interno diverse tipologie di sostanze psicoattive. Nel terzo capitolo, la parte conclusiva della tesi, saranno esposti alcuni interessanti casi clinici: il caso clinico di A., il caso clinico di B., e il caso clinico di John. Tutti pazienti tossicodipendenti con disturbo post traumatico da stress, i quali si sono offerti di partecipare a ricerche aventi l’obiettivo di verificare l’efficacia dell’EMDR nel trattamento della dipendenza da sostanze. Saranno proprio gli stessi pazienti, a rendersi conto del notevole miglioramento, di quanto la loro vita sia divenuta più gestibile, funzionale e meno sofferente. I casi clinici esposti sono stati estratti da ricerche effettuate in Italia (ancora in corso) e da ricerche internazionali ad opera della “madre” dell’EMDR Francine Shapiro et al.

Scarica la tesi in formato .pdf
Questo sito utilizza dei cookie per monitorare la navigazione degli utenti. Continuando a navigare si autorizza l'utilizzo dei cookie. Per approfondire Privacy e Cookie Policy Accetto